×
Info legali

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni dal tuo browser, principalmente sotto forma di "cookie". Queste informazioni, che potrebbero riguardare te, le tue preferenze o il tuo dispositivo internet (computer, tablet o dispositivo mobile), sono principalmente utilizzate per far funzionare il sito come ti aspetti. Puoi trovare ulteriori informazioni su come utilizziamo i cookie su questo sito e impedire l'impostazione di cookie non essenziali, facendo clic sulle varie categorie di seguito. Tuttavia, se lo fai, potrebbe influire sulla tua esperienza del sito e sui servizi che siamo in grado di offrire.

Fasce orarie dei prezzi dell'energia

In Italia il mercato dell’energia elettrica è stato sostanzialmente liberalizzato, pertanto le società che distribuiscono elettricità stabiliscono i termini e le condizioni di vendita.

Tuttavia esiste anche una gran fetta di utenti che ancora non ha aderito al c.d. “libero mercato”, rimanendo ancorati al sistema tariffario del cd. “mercato tutelato”.

Queste ultime si differenziano per fasce orarie di consumo dell’utente finale e sostanzialmente il prezzo dell’energia non è sempre lo stesso ma dipende dalle dinamiche della domanda e dell’offerta: il costo dell’energia elettrica pertanto varia durante l’intero arco della giornata in base alle fasce orarie di produzione e consumo.

Per essere più precisi il prezzo dell’elettricità viene definito prezzo zonale orario, in quanto cambia non solo in base all'orario, ma anche in base alle Regioni di riferimento del mercato;La media di tutti i prezzi zonali orari è detta PUN (Prezzo Unico Nazionale).

Con l’avvento del fotovoltaico il meccanismo dei prezzi nelle diverse fasce orarie è cambiato in quanto la produzione fotovoltaica è maggiore proprio nei momenti di maggiore richiesta di elettricità e durante il giorno, con tutti gli impianti fotovoltaici in funzione, l’offerta di energia a basso costo è abbondante sul mercato pertanto il fotovoltaico riduce le fluttuazioni del prezzo dell’energia elettrica.

L’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas ha differenziato le tariffe elettriche sul mercato tutelato secondo 3 differenti fasce orarie di consumo:

  • F1 - fascia ad alto costo: corrisponde alla fascia di orario in cui c’è il picco di carico della rete, in cui l’energia è utilizzata per lo più dalle attività produttive e per questo è la fascia più costosa agli orari;Corrisponde agli orari lavorativi dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 19.00.
  • F2 - fascia a medio costo: corrisponde agli orari in cui l’elettricità viene utilizzata tipicamente da alcune attività produttive e da alcune utenze domestiche. Coincide alla fascia infrasettimanale dal lunedì al venerdì dalle 7.00 alle 8.00 e dalle 19.00 alle 23.00, mentre il sabato va dalle 7.00 alle 23.00.
  • F3 - fascia a basso costo: corrisponde agli orari in cui l’energia viene consumata per lo più dalle utenze domestiche e le attività produttive sono inattive.